SIMSI sostiene il 20° incontro annuale dell’European Pressure Ulcer Advisory Panel. Intervista al presidente Ciprandi

Lavoro di squadra interdisciplinare e innovazioni tecnologiche, un approccio vincente alla gestione delle ulcere da pressione: è questo il tema del 20° meeting annuale dell’European Pressure Ulcer Advisory Panel www.epuap.org che si svolgerà a Roma dal 12 al 14 settembre.

Per l’occasione abbiamo sentito il professor Guido Ciprandi, Presidente della Conferenza EPUAP 2018, e Responsabile di Alta Specializzazione per le Ulcere e le Ferite Difficili nell’Unità Complessa di Chirurgia Plastica e Maxillo Facciale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, diretta dal Prof Mario Zama.

Professor Ciprandi l’evento festeggia il ventennale proprio a ROMA. Quali sono i temi più rilevanti sui quali focalizzerete la vostra attenzione?

Professor Ciprandi - Presidente EPUAPTeamwork e innovazione saranno le parole chiave di questo incontro. Solo attraverso un lavoro in Team con competenze pluridisciplinari e interprofessionali si possono innovare in modo efficace le cure per le ulcere da pressione. Si tratta di un lavoro collettivo che riguarda  non solo i medici e gli infermieri del Wound Care ma tante professionalità tra cui anche podologi, ingegneri tessutali, esperti di biotecnologia che insieme concorrono con le proprie competenze a prendere in carico una patologia multiforme, che affligge pazienti di ogni eta’ e soprattutto gli individui piu’ fragili,  più deboli che già soffrono di altre patologie primarie.

I pazienti saranno al centro di ogni confronto. Amo definire questo evento una conferenza ricca di empatia, che declinerà l’umanità in ogni approccio, discussione, tecnologia, ricerca o innovazione presentata. Per chi si occupa di ulcere da pressione umanità significa l’unica via da percorrere per costruire una relazione con pazienti e famiglie molto provate da lunghi ricoveri causati da patologie spesso molto gravi. E tutti i nostri Infermieri sono per questo in prima fila nella presa in carico, nel counseling, nell’assistenza primaria.

Nel convegno porremo l’accento soprattutto sulla prevenzione, perché le ulcere da pressione devono essere prima di tutto evitate. C’è una grande attenzione da parte del Ministero della Sanità su questa patologia  e sono molte le indicazioni fornite sui LEA perché vengano attuati protocolli di prevenzione e cura in ogni contesto, dai grandi ospedali, ai piccoli centri di ricovero sino ai progetti di home-caring.

Per questi motivi abbiamo creato nell’evento 14 Key Sessions che affrontano con un forte orientamento pluridisciplinare i temi della cura e della prevenzione delle ulcere da decubito dei pazienti più delicati, ai due estremi della vita e cioè i neonati e gli anziani. Inoltre, il Local Organizing Committee insieme allo Scientific Committee dell’EPUAP hanno organizzato una Joint Session con molte sessioni scientifiche (SIMSI inclusa) che esprimeranno al meglio lo spirito e le conoscenze europee in tema di diverse importanti tematiche quali la ossigenoterapia iperbarica nelle cura delle lesioni cutanee. Innovativa e’ la Garden Class ospitata nell’aranceto della sede Congressuale, incentrata sul meglio in fitoterapia e prodotti naturali per il trattamento delle ulcere da pressione.

L’umanità che lei descrive emerge anche da molti contenuti del programma. Come ad esempio la Marcia  di beneficienza in programma il 13 settembre: di che si tratta?

Noi lavoriamo per avere ospedali liberi da lesioni e ulcere da pressione. È un sogno ma è anche il progetto sul quale siamo tutti professionalmente e umanamente impegnati. Chi di noi non ha avuto o ha un familiare che ha sofferto di ulcere cutanee? È un problema talmente tanto diffuso che oltre al confronto e alla ricerca serve una mobilitazione forte che noi vogliamo incentivare con una Marcia di Beneficienza a sostegno dei più deboli. Il 13 settembre marceremo verso il Colosseo, in un corteo guidato da Mariella Enoc, presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù e Jane Nixon, Presidente dell’EPUAP. Indosseremo tutti la maglia con scritto STOP PRESSURE ULCER e alla fine del percorso ogni partecipante potrà scrivere in un book dell’evento la sua personale proposta per fermare il problema delle ulcere da pressione. Tutti i messaggi saranno poi pubblicati e condivisi nel web e sarà un mosaico internazionale di proposte, messaggi e idee anche considerato che i partecipanti all’evento arrivano da 30 paesi del mondo tra cui oltre a USA, Europa, Cina, alcuni rappresentanti di paesi dell’Africa.

E’ questo un altro dei motivi che ha reso ricca la partnership tra EPUAP e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’, l’essere accomunati da un forte senso di Missione per tutti i pazienti e per tutti i bambini del mondo cui e’ rivolto il nostro quotidiano aiuto, il nostro personale senso di utilita’.

SIMSI parteciperà in modo molto attivo all’evento: qual è il legame virtuoso tra OTI e Wound Care?

Esistono oltre 2000 pubblicazioni sull’applicazione dell’Ossigeno Terapia Iperbarica (OTI) nel settore wound care. L’efficacia della terapia iperbarica e i risultati che si ottengono in particolare nella cicatrizzazione delle ferite sono straordinari. Inoltre l’approccio della SIMSI orientato alla multidisciplinarietà delle cure e l’attenzione per l’innovazione tecnologica sono in perfetta sintonia con il modello scientifico promosso e praticato da EPUAP.

Anche per tale ragione ho avuto il piacere di  coinvolgere il collega Dr. Pasquale Longobardi nella sessione di biotecnologie e sarà una gioia confrontarmi con lui e con tutti i colleghi SIMSI che sono certo parteciperanno anche grazie alle facilitazioni di partecipazione riservate.

Una partnership foriera di importanti novità anche per il futuro?

Certamente. Stiamo già lavorando insieme per organizzare a Roma nel 2019 un convegno congiunto  interamente dedicato alla terapia iperbarica nel wound care. Sono certo che riusciremo a riunire le migliori professionalità di tutti i due ambiti ottenendo il coinvolgimento di importanti esperti come la stessa Klarida Hohxa, coordinatrice infermieristica del Centro iperbarico di Ravenna dove  OTI e wound care sono da anni un binomio di cura molto importante

Grazie della sua disponibilità Dr. Ciprandi e  buon lavoro a tutti i numerosi partecipanti a EPUAP 2018!

One comment on “SIMSI sostiene il 20° incontro annuale dell’European Pressure Ulcer Advisory Panel. Intervista al presidente Ciprandi

  1. Pasquale Longobardi on

    Guido Ciprandi è sorgente di entusiasmo che coinvolge tutti i professionisti della Sanità. La sua competenza professionale, l’abilità clinica, la dedizione verso i bambini sofferenti sono la chiave del suo successo riconosciuto a livello internazionale. Alleviare la sofferenza di un bambino coinvolge emotivamente molto più che nella gestione di un adulto.
    SIMSI è orgogliosa di collaborare con EPUAP e con te : sarà gioia gestire insieme l’evento 2019 su OTI in pediatria.
    #SIMSItribù partecipate attivamente all’evento (Guido ha gentilmente accordato una tariffa speciale per i soci SIMSI). Klarida Hoxha e io siamo trepidanti in attesa dell’evento. Bravo Guido!
    Pasquale Longobardi (Presidente SIMSI)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *