La SIMSI segue la vicenda dei ragazzi intrappolati in una grotta in Thailandia

In questi giorni la SIMSI sta seguendo da vicino la vicenda dei ragazzi intrappolati nella Grotta Tham Luang in Thailandia, in contatto con i brillanti medici subacquei della nostra comunità internazionale.

Il 23 giugno, durante un’escursione, i 12 giovani calciatori e il loro allenatore sono rimasti bloccati nella grotta a causa di un forte temporale che ha inondato parte del percorso di uscita dalla grotta.

Dopo giorni di ricerche, il 2 luglio i ragazzi vengono individuati – vivi e in buone condizioni – in una cavità rimasta asciutta: per poter uscire dovranno essere addestrati alle immersioni.

Un medico australiano speleosub ha esaminato i ragazzi e ha approvato l’evacuazione che è iniziata quest’oggi e terminerà domani, grazie a 13 subacquei internazionali e 5 incursori della Marina thailandese.

Il percorso di 1,5 km dall’ingresso alla “terza camera” è attualmente percorribile (il livello dell’acqua si è ridotto di 30 cm acqua grazie al pompaggio). Per la restante parte sommersa invece, sembra che i ragazzi dovranno utilizzare delle maschere facciali con bombola in configurazione Sidemount: un’operazione difficile e complicata, in particolare a causa delle strettoie.

Gli ultimi aggiornamenti ci informano che quattro dei ragazzi, quelli che probabilmente hanno meglio superato l’apprendimento, sono già stati evacuati e trasportati al Prachanukroh Hospital in Chiang Rai. Le operazioni sono sospese per circa dieci ore, il tempo di ripristinare la scorta di ossigeno. 

La SIMSI si complimenta con i due subacquei inglesi Richard Stanton e John Volanthen che, dopo nove giorni di ricerche, hanno trovato i ragazzi e con gli altri 16 subacquei che evacueranno i ragazzi. Sono in totale 90 i subacquei coinvolti a supporto delle operazioni.

Domani, 9 luglio 2018 Il presidente SIMSI – il dott. Pasquale Longobardi sarà ospite alla La vita in diretta ore 16,48 per un approfondimento insieme a Valerio Tossi Albertini (CERN) e Danila Pescina (psicoterapeuta) sulle difficoltà e speranze del salvataggio dei ragazzi intrappolati nella grotta.

Continuate a seguirci domani per ulteriori aggiornamenti.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *