SIMSI a Eudi Show con un questionario sulle abitudini alimentari nell’attività subacquea

Qual è la corretta alimentazione nell’attività subacquea? Chi fa attività subacquea che tipo di alimentazione ha e quale invece dovrebbe avere? Queste sono alcune domande che i ricercatori si pongono per capire in che modo l’alimentazione possa influenzare le prestazioni di un subacqueo e se, in qualche modo, sia correlata ad alcune patologie legate a questo genere di attività.
Durante la tre giorni di Eudi Show dal 3 al 5 marzo 2017, nei 40mq del nostro stand ospiteremo alcuni esperti Inail, l’Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, che presenteranno un questionario sulle abitudini alimentari nell’attività subacquea.

subL’ente pubblico che gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, vuole indagare le abitudini di chi pratica sport sotto il mare per sviluppare metodologie di controllo e di verifica in materia di prevenzione e sicurezza. 

Una buona alimentazione è importante per mantenere sano il nostro organismo e farlo funzionare al meglio fornendo la giusta energia.

Il nostro corpo è come una bilancia, le calorie assunte con il cibo in grado di fornire energia dovrebbero essere pari a quelle spese, secondo il processo dell’Omoeostasi (raggiungimento dell’equilibrio metabolico).

Il questionario propone alcune domande per analizzare i due “piatti della bilancia”.

Per la parte alimentare è stato utilizzato il questionario Panagiotakos, attraverso cui si chiede di indicare il consumo settimanale di alcuni alimenti, olio di oliva, alcolici e la quantità giornaliera di acqua assunta.

Per la parte di attività fisica è stato proposto il box di domande IPAQ (International Physical Activity Questionnaire – Valutazione dell’attività fisica quotidiana).

Potete già compilare il questionario direttamente da questo link, i risultati potranno essere visualizzati real time presso il box Dive Medical e chi lo desidera potrà ricevere ulteriori informazioni sull’attività di ricerca e i lavori in itinere.

Compila il questionario 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Antispam *